Translate

giovedì 25 ottobre 2012

sconfiggere la morte....

È possibile sconfiggere la morte?
Il sogno degli alchimisti è realizzabile?
Cosa dice la nostra scienza a proposito?

Ufficialmente dice che la morte è inevitabile, cioè ogni essere vivente nasce e muore-

Ma se si va più a fondo alla questione in realtà si scopre che...

La fisica dichiara che la materia è energia. Quindi noi, in quanto esseri viventi composti di materia, siamo energia.
Sempre la fisica dichiara che l'energia non può essere distrutta, quindi morire (sparire) ma può solo trasformarsi. Questo significa che morte è uguale a cambiamento, di cui conosciamo il primo elemento, cioè quello di partenza, ma non conosciamo il secondo elemento, cioè in cosa si trasforma.

Questo genera paura e quindi nel tempo a creato il mito della morte.

Un punto importante è che la nostra cultura identifica l'essere umano nel suo corpo, quindi vedendo cambiare quest'ultimo e degenerare, pensa che l'essere umano muore, non prende in considerazione la coscienza che potrebbe essere slegata dal corpo, potrebbe essere solo un ospite, un autista del corpo stesso.
Un po' come identificarsi con la propria auto, una volta rotta quest'ultima cosa farete? Semplicemente ne prenderete un'altra...con i tempi a voi possibili. Ecco la semplice verità!!! Davanti agli occhi di tutti. Se vi serve un'auto la recuperate.
Uguale col corpo!!!


La morte non è sempre stata vista come ora, anche solo l'immagine che tutti conosciamo della terribile morte con la falce in mano, vestita di nero con un teschio che spunta da sotto il mantello.

Una volta la morte era rappresentata come una donna che portava in braccio un neonato in mezzo ad un campo di grano!!! Interessante vero?

Ma andiamo avanti....

Alexis Carrell e uno scienziato ricercatore, un fisiologo, che riuscì a fare cose molto interessanti, una di esse fu quella di far vivere delle cellule di cuore di un pollo per 29 anni!!!

Le cellule poi, dopo 29 anni morirono, ma solo perchè Alexis morì e i suoi aiutanti, in laboratorio, scordarono di pulire l'ambiente dove le cellule vivevano. Infatti l'unica cosa che Alexis faceva era nutrire le cellule e pulirle in continuazione, levare gli scarti. così aveva reso immortali quelle cellule.



Altri studi dimostrano di fatto che il cuore è potenzialmente un organo immortale, cioè può battere per centinaia di anni, la domanda è spontanea perchè la natura avrebbe creato un organo così potente in un organismo che vive invece neanche un secolo?
Anche il cervello umano viene usato poco, nenachè il 5%, e il resto è li per far massa?
Anche il nostro DNA ha praticamente il 95% di materiale inutilizzato perchè?


Ma torniamo al cuore, il problema a livello fisico è che il sangue che il cuore pompa diventa troppo denso, sporco e quindi si rompono vene, venuzze  e microcapillari all'interno delle cavità del cuore e si creano malattie e morte. infatti il cuore era stato studiato per pompare sangue fluido, pulito, non sangue denso e sporco, pieno di metalli pesanti, proteine, grassi...etc che creano placche, inspessimento delle vene, sedimenti e marcescenze...


in pratica in organismi completamente puliti non esisterebbero infarti, cardiopatie (prima causa di morte al mondo secondo l'OSM),
 Ma non esisterebbero neanche problemi respiratori, causati da ostruzioni che richiedono più ossiginazione corporea, sempre legato al sangue, il trasporto di ossigeno avviene a livello sanguigno (seconda causa di morte al mondo, sempre secondo l'OSM). Non ci sarebbero più problemi legati a cancri, tumori, leucemie, demenza senile (alzheimer), sclerosi multipla, pressione alta, diabete, colosterolo, diarrea (terza causa di morte al mondo sempre secondo l'OSM), ma nemmeno AIDS, perfettamente curato con una sana alimentazione, non ci sarebbero nemmeno malattie mentali, anch'esse perfettamente curate da una sana alimentazione (prove scientifiche già prodotte a livello empirico da alcuni studiosi, in particolare una medica danese).



Cosa rimane? L'uomo morirebbe per incidenti stradali (2% di mortalità), se togliamo alcool e droghe mi chiedo a quanto ammonterebbero gli incidenti stradali???

Quindi per cosa si morirebbe?

Vecchiaia state pensando? E cos'è la vecchiaia?
Nessuno muore di vecchiaia, non è una malattia la vecchiaia, il corpo degenera, è muore di debolezza, di ostruzioni interne, in pratica la morte di vecchiaia significa che il cuore smette di battere, ma la domanda è perchè? Dato che studi rivelano che potenzialmente il cuore potrebbe battere per centinaia di anni. Smette di battere non perchè è debole, ma perchè qualcosa si rompe, dovuto da materiali immessi dall'esterno sbagliati.

Provate a pensarci. tutti sappiamo che i vecchi hanno odori forti, una sorta di puzza, da dove arriva la puzza? Quella che produciamo anche noi quando sudiamo o non ci laviamo? Pensate mica che arrivi dall'esterno? La polvere dell'ambiente o dall'inquinamento? No arriva dall'interno, è il corpo che espelle tossine e schifezze, ma se mangio ad esempio solo e unicamente frutta per mesi o anni, smetto completamente di puzzare. Cioè anche sotto lunghi sforzi, sotto il sole, il poco sudore che esce non ha odore sgradevole. I miei piedi smettono di puzzare, come le ascelle, non esplello più tossine. In pratica l'odore la puzza è la morte che si fa strada dentro noi, siamo marci dentro, letteralmente andiamo in putrefazione e negli anni questo aumenta. È stato calcolato che un essere umano di 40 anni (onnivoro) è composto di 1/3 fino 1/2 di materiale morto, di sedimenti, scarti. Cioè la nostra massa corporea non è viva, ma morta, scarti alimentari!!! Immaginate a 60 o 70anni???

Capite cosa sto dicendo?
 La questione è che tutti gli esseri umani da sempre vivono vite dove sporcano i loro organismi con alimenti sbagliati, con emozioni pesanti e pensieri negativi. Le ferite dell'infanzia, i nostri piccoli e grandi traumi irrisolti ci avvelenano il sangue, ci condizionano l'inconscio e ci rendono malati, rabbiosi, impauriti, anche senza che noi lo sappiamo e infine noi, con alimenti innaturali, trattati col fuoco, che indebolisce e uccide, con alimenti trattati chimicamente, salati, unti di olio, speziati....mangiamo morte...ricordate siamo ciò che mangiamo, per essere relamente vivi, bisogna nutrirsi di vita!!! Anche le foglie e le piante da noi mangiate sono solo cadaveri, se ci pensate, solo la frutta è viva.


So che può sembrare estremo, certo, lo è, ma il premio non è da poco, ricordate i quadri degli dei greci o indiani, cosa c'era sulle loro tavole, qual'è il cibo degli dei? Cosa usciva dalla cornucopia? Frutta!!! Cosa significa letteralmente la parola PARADISO= FRUTTETO

Certo che diventare come gli dei non deve essere semplice, ci vuole sforzo, ma non è poi cosi difficile, anzi, poi farlo produce gioia e forza...

Invito tutti a ricercare sull'argomento, oltre ai libri già consigliati in precedenti post in questo blog di cui ricordo:

Armando D'elia: miti e realtà dell'alimentazione umana
Arnold Ehret: il sistema di guarigione della dieta senza muco
Campbell: the china study
Infine vi consiglio anche questo libro, gratuito che potrete trovare e scaricare in rete, un'enorme lavoro scientifico:  3M

grazie vi amo