Translate

domenica 6 gennaio 2013

un passettino indietro...

il cammino che ho iniziato è pieno di avventure, magia...incontri e amore....soprattutto amore.

ringrazio tutte le persone che ho incontrato nel cammino...

e ora?

ora è il momento di fare un passettino indietro.

in ogni cammino arriva il momento dove per procedere oltre bisogna retrocedere, non bisogna avere paura di farlo, si impara, ci si fortifica e ci si carica; infatti per se si è sull'orlo di un fosso e lo si vuole saltare, si torna indietro, per prendere la rincorsa e andare più lontano come quando si vuole gettare una pietra lontano, il braccio viene prima portato indietro!!!

e così faccio io ora...

non sono più scalzo, ho rimesso temporaneamente le scarpe, che durante il cammino mi sono arrivate come dono...il freddo è intenso e le mie suole naturali non si sono ancora abbastanza fortificate da farmi affrontare l'inverno.

sono di nuovo in italia, a torino, per pochi giorni, lo scopo ora è fare esperienze di insegnamento di yoga in sud italia e recuperare soldi per un viaggio a lunga gittata...e si l'idea è quella di andare oltreoceano...vivere un'esperienza nelle verdi foreste ricche di frutta e di natura selvaggia nella zona tropicale del pianeta!!!

che dirvi....finalmente siamo nel 2013...che momento straordinario stiamo vivendo, lo sentite? lo percepite?
si respira...si tocca con le mani, ora il cambiamento è in atto, non è più in un futuro, ci siamo dentro, sta a noi abbandonarci o resistere...

la vita può tingersi di rabbia, rancore, sofferenza o colorarsi di amore puro, incondizionato, a una velocità fenomenale...come mai prima poteva succedere...

come vivere questo cambiamento?
possiamo usare mille strade, mille tecniche, meditare, ballare, cantare dipingere....fare ogni cosa, ma la via era, è e rimarra una sola...aprire il cuore, imparare a sentire le nostre profondità, smetterla di giudicare (usare la mente) crea un vuoto che viene riempito dall'esistenza stessa, l'essenza dell'esistenza è l'amore, non ci credete...avete solo un modo per verificarlo....

dobbiamo essere come fiori...aprirci e mostrarci...per essere usati...per servire...la vita...la bellezza


a questo proposito vi invito a riflettere, spesso ci si lamenta che non abbiamo ciò che vorremmo, che desideriamo, che nella vita ci succedono fatti che ci impediscono di realizzarci o che ci sono persone che ci ostacolano...bene noi siamo come un fiore, attiriamo ciò che corrisponde a ciò che esponiamo al mondo, la nostra reale essenza, se siamo come fiori chiusi, se l'amore è sepolto dentro di noi, bene nascosto non potremmo essere amati
se ci apriamo invece attiriamo proprio chi ci ama e chi amiamo...

per fare ciò dobbiamo prima imparare ad amare noi stessi, perchè l'amore richiama amore, non possiamo amare o essere amati se non ci amiamo, ma attireremo e avremmo solo possesso, un surrogato dell'amore di bassa levatura e di scarso valore, effimero, senza durato, mentre l'amore incondizionato, puro è eterno.

per arrivare ad amarci, l'unico modo è conoscersi, non si ama ciò che non si conosce, ma lo si teme, la paura è l'esatto contrario dell'amore...
ecco perchè UOMO CONOSCI TE STESSO, sta scritto e conoscerai tutto sulla natura delle cose, conoscerai Dio. lo scopo del conoscersi è L'AMORE!!!

grazie...vi amo