Translate

mercoledì 23 aprile 2014

la coppia

La relazione di coppia, un tema scottante e sempre attuale.



Ci sono molte teorie su questo tema,  qui voglio affrontare il tema da un punto di vista esoterico e di lavoro su di se.
Prima di tutto voglio riCORdare che l'evoluzione umana non è l'evoluzione animale, le cose sono ben diverse, è pur vero che noi siamo animali, ma siamo anche qualcos'altro, abbiamo qualcosa che nessun animale può avere, cioè possiamo divenire coscienti di essere, possiamo divenire liberi e immortali. Ovviamente il fatto di avere questa possibilità non ci fa essere migliori degli animali o superiori, solo differenti. Inoltre avere questa possibilità di per se non conta nulla, conta solo se la utilizziamo.
La maggior parte degli esseri umani sono fermi al livello di coscienza animale. L'animale segue i suoi meccanismi istintivi è dominato dalle emozioni (come paura, ma anche la felicità, guardate un cane che impazzisce di gioia e non riesce a controllarsi al ritorno del padrone, vi ricorda qualcosa? È tanto diverso dall'essere umano felice perchè ha vinto una grossa somma al totocalcio, al lotto o al gratta e vinci? è tanto diverso da quando vede la sua squadra di calcio segnare e urla -abbaia- GOOOOL!!!).

La differenza tra uomini e animali non è solo di forma e di linguaggio, ma esse sono manifestazioni di qualcosa di più profondo e sottile, infatti la schiena eretta e il linguaggio complesso sono delle indicazioni esterne che riflettono l'interno, una possibilità di assaltare il cielo.

- La dualità è la natura della materia, e nella dualità si trova la via di uscita -

Ma perchè parlo di questo?

Perchè spesso sento e leggo alcune teorie pseudo olistiche e spiritual trend che parlano contro la coppia, dicendo che in natura non esiste, che nel mondo animale non si ritrova e che è una forma di controllo, di schiavitù e così via.

Allora ci sono minimo tre punti da mettere in discussione su tali affermazioni di scimmie poco evolute:

- prima di tutto essere "contro" significa che chi parla ha ancora da lavorare sul tema, perchè avere dei bisogni relazionali, sociali e sessuali che hanno trasceso la coppia, non significa che io debba convincere gli altri che la mia esperienza debba essere giusta e debba essere anche la loro, chi fa questo è perchè non vive serenamente, col cuore aperto e in coscienza l'esperienza, infatti ricorda molto le crociate, cerco di convincere gli altri del loro errore e se non ci riesco li attacco, ma cerco di convincere gli altir nella misura in cui io stesso non sono convinto di ciò che credo, vivo e faccio.

- poi ben mi guardo da fare e imitare quello che fanno gli animali in natura a livello relazionale e sessuale!! Altrimenti non evolverei, ma involverei, infatti se si usano gli animali come parametro evolutivo allora dovremmo esaltare la competizione, l'aggressività, la possessività, la legge del più forte e così via...

- inotre ogni cosa ha un significato che noi gli attribuiamo, dire che un coltello è sbagliato è folle, come dire che i soldi sono sbagliati. Dipende da noi, cosa ne facciamo e che valore gli diamo, uguale è con la coppia. Niente mi può rendere schiavo, nè i soldi, nè il lavoro, nè la coppia, nè la legge, schiavo ci divento perchè lo voglio, perchè lo sono, se voglio liberarmi, devo divenire libero dentro, e sarò libero anche in prigione, anche in fabbrica...ovunque!!! La verà libertà non è fare ciò che si vuole, ma essere ciò che si è, cioè esseri illimitati, divinità.

- infine è vero che la coppia NON è la forma più evoluta di relazione umana, ma è una fase ed è importante anche sapere che ci sono differenti tipi di coppia, cioè la coppia dipendente, dove si proiettano sull'altro i propri genitori, in diversi gradi, la psicologia moderna basa su questo la sua evoluzione e teoria e poi ci sono le coppie essenziali, dove due esseri decidono di camminare a fianco, entrambi indipendenti, ma lavorano per un progetto comune che viene prima di tutto. Ognuno aiuta l'altro ad evolvere.

Certo è difficile, perchè per imparare ad amare bisogna imparare ad accettare tutto, non solo una parte. Ecco perchè spesso molte correnti sono contro la coppia e parlano di amore universale, perchè NON è per niente facile amare UNA persona, mentre illudersi di amarle tutte è più semplice, perchè non vedi in realtà che non ami per niente, perchè non devi amare le parti che ti danno fastidio di te e dell'altro, basta che cambi partner e tutto sparisce, ma in questo non c'è alcun amore. L'amore è accettazione totale.

Dopo che si è passati attraverso la coppia essenziale, dopo che ci si è trovati in armonia e amore, come in tutte le altre fasi, si cambia fase, solo quando si accetta e si vede perfetta la fase dove si è, solo così avvengono i veri e duraturi cambiamenti, l'esterno riflette l'interno. Quindi solo dopo che il nostro amore per la singola persona diventerà talmente grande da essere incontenibile, talmente grande da poter abbracciare anche altre persone, come possiamo amare più persone se NON riusciamo ad amarne NEMMENO UNA!!! Come possiamo essere fedeli all'Uno, a Dio, all'AMORE, al progetto cosmico, se non riusciamo a servire ed essere fedeli ad una sola persona?

E badate bene, non sto dicendo che tradire è sbagliato o che fare l'amore con differenti persone sia immorale, anzi, ma il fatto di pensare ancora che esista il tradimento significa che siamo ancora possessivi e che anche se non siamo in coppia questo problema è ancora in noi, e l'unico modo di risolverlo, trasformarlo è passare attraverso la coppia, il possesso, il tradimento si trasforma vivendolo anche solo come fastidio interiore, senza per forza viverlo fuori, che poi non cambia, se sia reale o meno, se io sento il fastidio del tradimento non cambia niente che sia solo un pensiero o se sia vero, per me la sofferenza è uguale!

La rabbia, il fastidio che proviamo verso l'altro non è altro che un nostro problema e lo si vede chiaramente se si osservano due persone litigare, non si ascoltano, non ce l'hanno veramente con l'altro, l'altro è una scusa, non esiste, non importa cosa dice c'è una volontà di arrabbiarsi, in realtà non potendo prendersela con se stessi si usa l'altro per sfogarsi. Inoltre nella misura in cui una persona è attaccata all'altra (lo si vede spesso attraverso frasi come: non posso vivere senza di te - sei tutta la mia vita -  e cose del genere , che altro non sono che proiezioni di dipendenza) nella stessa misura poi gli si rivolterà contro con eguale intensità la odierà, ecco da qui le varie manifestazioni di violenza.

Ma andiamo avanti.

La coppia poi non è solo una relazione che deve per forza contemplare la sessualità, infatti ci sono relazioni di coppia su altri piani, sconosciuti ai più, piano intellettuale, piano emotivo, mentre per coppia di solito si intende solo quella che ha una relazione sul piano fisico. Certo il top sarebbe avere una relazione con una persona su tutti e tre i livelli, ma anche solo due bastano a creare scintille, ma questo non toglie che si possa avere una relazione con una persona su uno o due livelli e avere una relazione con un altra o più persona su altri livelli.

La coppia rimane l'unico modo per crescere su certi livelli animici (dalla coppia e dalla giusta distanza tra i due componenti nasce tutto, anche il nostro sistema solare che nasce da una coppia di stelle!!!) ed è il modo che la vita ha scelto per generare la vita, cioè due esseri umani che generano il tre. 
Come nel grande così nel piccolo...

Ma non è finita qui, nella coppia rientrano un sacco di schemi, infatti alle volte coppie su un certo piano, come quello intellettivo, piano mentale, si confondono e cercano di trasferire la loro relazione su altri piani creando situazioni strane che servono ad evolvere, ma creano enormi problemi. Infatti se sto bene sul piano emotivo o solo intellettuale con una persona e cerco di avere una relazione fisica con questa persona la nostra relazione degenererà e perderei così un prezioso compagna/o.


 Nella coppia poi bisogna imparare a donare, a donarsi e ancora di più bisogna poi farlo con l'arrivo dei figli, i frutti che vengono donati al mondo, all'esistenza stessa.








Infine ricordo l'aspetto esosterico dentro la coppia dove la donna deve fare da guida e canalizzare l'energia dell'uomo, l'uomo rappresenta l'energia solare che però va canalizzata e indirizzata, per essere operativa e finalizzata. Serve un vaso che canalizzi l'energia e la direzioni verso uno scopo.


Per crescere ed evolvere non si possono saltare certi passaggi, se provate fastidio verso la relazione di coppia, ponetevi qualche domanda...